Il Primato Nazionale

RIVISTA

6,00

descrizione del libro.

– IL PRIMATO NAZIONALE numero 57

I media occidentali hanno smesso di fare informazione molto tempo fa. Quello che rimane è soprattutto propaganda. Naturalmente, anche il conflitto in Ucraina è stato raccontato attraverso le lenti deformanti dell’ideologia, impedendo ai lettori e ai telespettatori di farsi un’idea corretta dello scontro in atto. Tra i cavalli di battaglia dei media dominanti c’è senz’altro la mostrificazione della Russia e del suo presidente Vladimir Putin. Senza cadere nella narrazione opposta (cioè il filoputinismo da osteria), il Primato Nazionale ha voluto vederci più chiaro sulla questione, ascoltando il parere di due autorevoli esperti della materia: Toni Capuozzo e Sergio Romano.

Chi meglio di loro due, del resto, per capire la Russia? Capuozzo è inviato di guerra ed esperto di geopolitica, e ha da poco dato alle stampe un libro sul conflitto in Ucraina, mentre Sergio Romano è stato ambasciatore italiano a Mosca dal 1985 al 1989, e quindi osservatore privilegiato del crollo dell’Unione Sovietica, nonché autore di numerose opere sulla Russia. Che cosa sta succedendo davvero in Ucraina? Quali sono gli obiettivi di Mosca? Che interessi hanno gli Stati Uniti? Quale destino si prefigura per l’Europa? Queste e molte altre domande sono state poste ai due intervistati, che hanno fornito risposte a tratti sorprendenti.

Ma non si parla solo di Russia nel Primato Nazionale. Il numero del mensile sovranista, infatti, si apre con un’inchiesta di Francesca Totolo sulla nuova bomba migratoria pronta a esplodere: con il grano bloccato nei porti ucraini e con le carestie previste in Africa e Asia, dobbiamo aspettarci un’ondata travolgente di disperati in rotta verso l’Italia e l’Europa. E le cifre fornite dalle prime proiezioni mettono i brividi. Inoltre, il 2 giugno ricorre il trentesimo anniversario del famigerato summit sul panfilo Britannia, allorché fu programmata la svendita del patrimonio pubblico italiano. Il Primato Nazionale ha quindi preparato uno speciale che, attraverso numerosi contributi, ricostruisce la vicenda a 360 gradi. Tra i documenti, viene anche pubblicato il famoso discorso pronunciato da Mario Draghi sullo yacht di Sua Maestà.

Come sempre, poi, il Primato Nazionale è ricco di contenuti che spaziano dalla politica all’economia, dalla storia alla letteratura, dagli esteri alla filosofia. Senza dimenticare la galleria delle rubriche, che ospita le penne più taglienti del sovranismo italiano. Chiude il numero la rubrica delle lettere, curata da Francesco Borgonovo, che risponde (e risponderà) alle domande poste direttamente dai nostri lettori. Inoltre, anche questo mese sarà possibile acquistare in abbinamento alla rivista il nuovo volumetto della collana «I Grandi Italiani»: ormai siamo arrivati alla decima puntata, interamente dedicata a Giacomo Leopardi, il poeta. Ma non è finita qui: in concomitanza con il centenario della marcia su Roma, all’interno del numero si trova la quarta puntata dell’inserto 19-22: la lunga marcia. Attraverso le voci dei protagonisti dell’epoca, Fabrizio Vincenti ci fa ripercorre gli eventi che, dal 23 marzo 1919 al 28 ottobre 1922, portarono al potere Mussolini e le camicie nere. Le pagine dell’inserto, inaugurato nel numero di marzo e le cui puntate termineranno nel numero di ottobre, potranno essere staccate dalla rivista per poi essere collezionate a parte.

1
    1
    Il tuo carrello
    Polaris n. 25
    1 X 12,50 = 12,50