HATECORE CONNECTION

L'anima nera dell'hardcore

25,00

Autori: Davide Maspero e Max Ribaric
Collana: Bastian Contrari
Pagine: 660
Anno: 2020

descrizione del libro.

«L’NSHC da un punto di vista musicale non introduce nulla di nuovo rispetto alle consolidate coordinate musicali dell’hardcore (prima) e del metalcore (poi); sono invece la militanza politica e la sbandierata adesione a un preciso disegno ideologico a fare la differenza, rendendo di fatto il genere uno strumento di propaganda in musica tout court».

“NSHC”, “Hatecore”, “Nazi Punk”, “Squadrismo Hardcore”: dietro a queste parole c’è un intero mondo fatto di musica e politica, declinato in tutto e per tutto verso l’estremo. Quando e come nasce il fenomeno? Quali sono le sue coordinate – stilistiche e ideologiche – e quali le sue ramificazioni? Quali gli elementi di forza e, d’altra parte, le sue immancabili contraddizioni?

Hatecore Connection esplora e riporta alla luce una realtà che nasce negli Stati Uniti dell’era reaganiana per poi diffondersi pressoché in ogni parte del globo, fino ai giorni nostri. Attraverso le parole dei protagonisti di questa scena si tracciano i profili di band, organizzazioni, etichette, mettendo ordine in un calderone di attitudini e tendenze che si snodano lungo un impalpabile filo rosso che lega il Nuovo al Vecchio Continente: Nord America, Germania, Italia, Francia, Scandinavia, Russia…

Una carrellata di storie che raccontano la militanza in musica di giovani accomunati da un’animosità politica tra il dissidente e l’irregolare, figli di una modernità troppo spesso inconciliabile con la loro intransigente visione del mondo.

1
    1
    Il tuo carrello
    riprendersi-la-vittoria
    RIPRENDERSI LA VITTORIA
    1 X 14,00 = 14,00